Tetti gronda costante

In questa pagina di DISEGNO TECNICO si illustra brevemente come risolvere un tetto a gronda costante.

Gli esercizi sui tetti, nel disegno tecnico, possono essere di due tipi:

1) Viene assegnato un tetto a gronda costante, dunque occorre determinarne le linee di colmo, di compluvio e displuvio.

2) Viene assegnato un tetto a colmo costante, dunque occorre determinarne le linee di compluvio e displuvio. La gronda è anch’essa assegnata, ma le linee di gronda si trovano in questo caso a quote differenti.

Solitamente è la prima tipologia di esercizio quella più frequentemente richiesta nella realizzazione di tavole o nelle prove d’esame.

La spiegazione su come si risolve un semplice esercizio sui tetti a gronda costante è riportata a questa pagina del sito internet “ALICE APPUNTI“:

http://aliceappunti.altervista.org/tetti.html

Qui di seguito si illustra invece la soluzione di un esercizio un po’ più complesso sui tetti a gronda costante. Ulteriori esercizi svolti sull’argomento possono essere tuttavia reperiti anche al fondo di questa pagina del sito internet “ALICE APPUNTI“, cliccando sull’icona in rosso:

http://aliceappunti.altervista.org/tavole-svolte.html

FASE 1:

Viene assegnato un tetto a gronda costante di forma esagonale. Al centro è presente un’apertura di forma quadrangolare (rombica, per l’esattezza).

Assegniamo un nome (una lettera) a ciascuna lato. Ogni lato avrà con gli altri lati dei “conflitti”, che devono essere “risolti”. 

I “conflitti” fra i vari lati vengono risolti attraverso semirette bisettrici, come spiegato anche nella pagina del sito “ALICE APPUNTI” precedentemente indicata.

TETTI A GRONDA COSTANTE- Fase 1. Spiegazione completa su: www.aliceappunti.altervista.org/blog
TETTI A GRONDA COSTANTE- Fase 1. Spiegazione completa su: www.aliceappunti.altervista.org/blog

FASE 2:

Il disegno mostra come l’esercizio è stato risolto.

Dopo aver indicato con una lettera tutti i lati del tetto a gronda costante assegnati in partenza, a sinistra si è proceduto ad indicare/identificare i conflitti che ogni lato ha con gli altri, a cominciare dal lato a. Ogni conflitto è stato “risolto” attraverso le bisettrici degli angoli formati dal lato preso in considerazione e un altro lato con cui esso ha un “conflitto”. Al termine, ogni lato si troverà “rinchiuso” in un poligono i cui lati -le suddette bisettrici- lo “separano” dal lato con cui esso ha conflitto.

TETTI A GRONDA COSTANTE - Fase 2. Spiegazione completa su www.aliceappunti.altervista.org/blog
TETTI A GRONDA COSTANTE- Fase 2. Spiegazione completa su: www.aliceappunti.altervista.org/blog

VAI AL FONDO DI QUESTA PAGINA (LADDOVE E’ SCRITTO “RIPETIZIONI DI DISEGNO TECNICO“) PER RICEVERE INFORMAZIONI SU RIPETIZIONI O AIUTO PER TAVOLE

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.