Crea sito

ESERCIZI

IN GENERALE, L’ESAME DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI PREVEDE:


1) UNA PROVA SCRITTA, NEL CORSO DELLA QUALE LO STUDENTE DEVE RISOLVERE 3 ESERCIZI RELATIVI AGLI ARGOMENTI TRATTATI NELLA PARTE “PRATICA” CORSO;


2) UN COLLOQUIO ORALE –IN SEGUITO ALLA PROVA SCRITTA- SUGLI ARGOMENTI TRATTATI NELLA PARTE “TEORICA” DEL CORSO (SEBBENE TALVOLTA POSSANO ANCHE CAPITARE, DURANTE IL COLLOQUIO, DOMANDE RELATIVE AGLI ESERCIZI).

 

E' POSSIBILE SCARICARE IL MATERIALE NECESSARIO PER PREPARARE IL COLLOQUIO ORALE A PARTIRE DA QUESTA PAGINA.
 

PER POTER SUPERARE LA PROVA SCRITTA, INVECE, E’ MOLTO UTILE ALLENARSI ED IMPRATICHIRSI, SVOLGENDO IL MAGGIOR NUMERO POSSIBILE DI ESERCIZI DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI.

GLI ESERCIZI DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI SOLITAMENTE PROPOSTI RIGUARDANO I SEGUENTI ARGOMENTI, SUDDIVISIBILI IN QUATTRO GRUPPI:

1) METODO DELLA CONGRUENZA;

2) LINEA ELASTICA E METODO DI MOHR;

3) STATO DI TENSIONE;

4) PRINCIPIO DEL LAVORO VIRTUALE E METODO DI MOHR.

 

QUI DI SEGUITO SONO RIPORTATE ALCUNE INFORMAZIONI RIGUARDO TALI ESERCIZI, UTILI PER POTER SOSTENERE LA PROVA SCRITTA IN SEDE D'ESAME.

ARGOMENTI DELLA PROVA SCRITTA:

SEBBENE TALVOLTA I DOCENTI DEL CORSO PREVEDANO, AL POSTO DELLA PROVA FINALE COMPLETA, LO SVOLGIMENTO DI DUE PROVE INTERCORSO (CHE CONTENGONO ESERCIZI PIU' SEMPLICI), POSSIAMO DIRE CHE, IN GENERALE, LA PROVA SCRITTA DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI COMPRENDE I SEGUENTI ESERCIZI:


1) Un esercizio relativo al calcolo della labilità ed iperstaticità di una struttura, con insidie di varia natura (travature reticolari, sistemi pluriconnessi, simmetrie, vincoli cedevoli e tratti infinitamente rigidi) e, dopo aver scelto un sistema principale, il tracciamento dei diagrammi delle caratteristiche di sollecitazione. Se la trave è iperstatica, per risolverla è necessario ricorrere al metodo della congruenza (o delle forze), che utilizza le equazioni di Muller-Breslau. Se la trave dovesse invece risultare labile, occorre verificarne l’equilibrio dei carichi con il P.L.V.


2) Un esercizio relativo alla determinazione degli spostamenti di una struttura qualsiasi (da determinarsi in genere con il principio dei lavori virtuali, ma a volte anche con il metodo di Mohr) o di una trave inflessa (in quel caso è richiesta la determinazione della linea elastica). Anche in questo caso, come nel primo esercizio, la struttura può presentare insidie di vario tipo.


3) Un esercizio relativo al calcolo delle tensioni (o dati di altra natura) nella sezione di una trave di Saint-Venant sottoposta ad uno dei quattro casi fondamentali della sollecitazione (solitamente, ma non esclusivamente, forza normale eccentrica e flessione composta), per i quali è richiesta una buona conoscenza anche della geometria delle masse e in particolar modo anche della polarità d’inerzia (sebbene domande su questo argomento siano rare). Oppure, meno frequente, un esercizio relativo ai criteri di verifica, per risolvere i quali è a volte necessario avere ottime conoscenza di calcolo tensoriale.


Solo in rarissime occasioni può capitare invece un esercizio relativo alla stabilità dell’equilibrio, nel quale generalmente, assegnata un’asta, occorre determinarne il carico critico Euleriano.

GLI ESERCIZI SVOLTI DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI, TRATTI DALLE PROVE D'ESAME, NON SONO PURTROPPO PRESENTI IN QUESTO SITO INTERNET.

ATTUALMENTE SI TROVANO INVECE NELLO STORE DEL SITO "SKUOLA.NET", CHE LI RENDE DISPONIBILI E SCARICABILI CON A  PAGAMENTO. L'ANTEPRIMA E LA DESCRIZIONE DEL MATERIALE SONO COMUNQUE GRATUITE, E POTETE ACCEDERVI CLICCANDO SULLE SOTTOSTANTI IMMAGINI. POGGIANDO IL MOUSE SU DI ESSE SARA' INOLTRE POSSIBILE LEGGERNE PRIMA L'ARGOMENTO.