PROBLEMA DEI TETTI

I tetti rappresentano la parte terminale degli edifici ed hanno la funzione di riparare dalle precipitazioni atmosferiche per mezzo di superfici inclinate dette "falde".

Rappresentare i tetti in proiezioni ortogonali non è sempre facile.

Possiamo infatti distinguere due tipologie di tetti/ coperture:

1) A gronda costante

2) A colmo costante

 

Nei tetti a gronda costante la gronda ha un'unica quota. Le falde vengono delimitate in pianta dalle bisettrici degli angoli di gronda, che risolvono i "conflitti" tra le varie falde. Le linee congiungenti le bisettrici determinano le linee di colmo. Le bisettrici degli angoli di gronda sono invece le linee di displuvio e di compluvio.

Nei tetti a colmo costante, invece, è il colmo ad avere un'unica quota. Le falde vengono delimitate in pianta dalle bisettrici degli angoli di colmo, che risolvono i "conflitti" tra le varie falde.

IN QUESTA PAGINA E' POSSIBILE VISUALIZZARE E SCARICARE GRATUITAMENTE GLI APPUNTI RELATIVI AL PROBLEMA DEI TETTI.

VI TROVERETE, NELL'ORDINE, I SEGUENTI ARGOMENTI:

1) Elementi dei tetti;

2) Soluzione dei tetti a gronda costante (con spiegazione dettagliata);

3) Soluzione dei tetti a colmo costante (con spiegazione dettagliata). 

 

Le figure stampate sono tratte dai seguenti testi:

"CONOSCENZA E RAPPRESENTAZIONE" di Leandro Maria Bartoli, Alinea Editrice.

"GEOMETRIA DESCRITTIVA E SUE APPLICAZIONI" di Saverio Malara, Zanichelli editore.

 

TAVOLE SVOLTE

CLICCANDO SOPRA IL SOTTOSTANTE LINK POTRETE ACCEDERE ALLA PAGINA "TAVOLE SVOLTE". LI' POTRETE VISUALIZZARE ALCUNE TAVOLE DEDICATE ALLA SOLUZIONE DEI TETTI A GRONDA COSTANTE.